Tribunale di Reggio Emilia e maxiprocesso Aemilia. Carenza di personale amministrativo.

tagli_scuola

Nota trasmessa al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, al Capo del Dipartimento della Organizzazione Giudiziaria   Mario Barbuto al Presidente della Corte d’Appello di Bologna, al Presidente del Tribunale di Reggio Emilia

Come è ben noto alle SS. LL., l’avvio del maxiprocesso denominato “Aemilia” presso il Tribunale di Reggio Emilia, ha richiesto considerevoli sforzi per l’allestimento dell’aula speciale che ospiterà il dibattimento; ma sforzi perfino maggiori richiederà l’avvio dello stesso, considerata la gravissima carenza di personale che affligge la struttura che, per il personale amministrativo con funzioni direttive, si attesta intorno al 50%, anche considerato che il Tribunale in argomento dovrà continuare a svolgere regolarmente la propria attività rituale.

Purtroppo, il ricorso alla mobilità facoltativa presso altre amministrazioni dello Stato ha dato scarsissimi risultati (l’immissione di una unità), mentre la richiesta di acquisire personale della Regione Emilia Romagna porterà pochissime unità, attesa la sperequazione tra i livelli retributivi di questi lavoratori e quelli, nettamente inferiori, spettanti al personale dell’amministrazione giudiziaria.

 Al fine di garantire il corretto svolgimento del maxiprocesso e la contestuale regolarità del funzionamento del Tribunale di Reggio Emilia, avendo attenzione ai carichi di lavoro del personale che non possono non influire sulla efficienza del servizio reso, si chiede pertanto di indire al più presto un interpello rivolto a tutto il personale amministrativo in servizio presso l’amministrazione giudiziaria, con funzioni direttive, per tutta la durata del maxi processo Aemilia: questo, nelle more della previsione di nuovi concorsi da bandire per il reperimento di centinaia di unità, per colmare le carenze di organico che affliggono moltissimi altri uffici giudiziari sull’intero territorio nazionale.

Si ringrazia per la cortese attenzione, e si resta in attesa di conoscere le determinazioni che saranno assunte nel merito.

Il Segretario Generale

Paola Saraceni

347.0662930

 

Written by  @Cisal-Fpc

Lascia un commento