COORDINAMENTO SALUTE: RIMANDO AL MITTENTE LA PROPOSTA DI UN SINDACATO UNICO

0 Comment
COORDINAMENTO SALUTE: RIMANDO AL MITTENTE LA PROPOSTA DI UN SINDACATO UNICO

respinto1Il Premier non contento della prima boutade non raccolta da nessuno ma criticata da tutti, non contento, rilancia nuovamente l’idea di un “sindacato unico”.

Siamo nell’era “dell’unicum”: un solo sindacato; un solo partito; una sola moneta; riforme senza confronto; decreti legge a profusione; un presidenzialismo mascherato senza contrappesi con l’Italicum; l’uomo solo al comando; il mercato unico (globalizzazione); una sola Camera.

Chi non si adegua è tacciato di “populismo”, “estremismo”, “gufo” e sembra di stare nel programma TV dove Briatore, chiamato Boss, alla fine ad uno dei concorrenti alzando il braccio diceva “sei fuori”.

Televisione e format dovrebbero essere lontani dalla politica ma sembra di notare un triste accavallamento.

Come confondere in maniera maldestra, dimostrando di non conoscere la storia del sindacato dall’800 ad oggi, un sindacato “unitario” da un sindacato “unico”. Sul primo da sempre auspichiamo ….che su tematiche particolarmente sensibili il Sindacato si muova, nelle sue diversità, con un “corpous unicum” e che i soliti “filogovernativi” (indipendentemente da chi c’è al governo) facciano vero sindacato.

Il sindacato unico è invece una concezione che esiste solo nei regimi totalitari o nelle dittature e lo lascio volentieri alla “Corea del Nord””.

Un’idea tale di sindacato è culturalmente errata perché presuppone che la totalità di orientamenti, sensibilità e la rappresentanza che vi sono nel mondo del lavoro, vengano inclusi in un pensiero unico che non fa parte della storia dell’uomo e della storia sindacale.

Il Premier vorrebbe anche un sindacato imprenditoriale unico?

Ci rendiamo conto che le democrazie nascono proprio dalla “pluralità” e non sulla “singolarità”?

Una proposta inaccettabile che deve far tremare i polsi mentre altre sigle cercando di “smorzare i toni” per accontentare il potente di turno.

Una proposta che anche nel mondo politico non ha ricevuto sostegno e non a caso si è tornati a riproporla ieri sera cercando anche di spostare l’attenzione sui sindacati e non sulle inadempienze-carenze dell’Esecutivo.

Anche ieri è andata male.

Chi pensa ad un “sindacato unico” se ne faccia una ragione: ciò non accadrà mai.

Se accadrà, preoccupatevi seriamente perchè è crollata la democrazia.

 Il Coordinatore Nazionale per il Ministero della Salute

Maurizio Guarino

 

Lascia un commento