COORDINAMENTO NAZIONALE AGENZIE FISCALI“…..MA A QUESTO GOVERNO STA A CUORE LA LOTTA ALL’EVASIONE FISCALE ? “

0 Comment
COORDINAMENTO NAZIONALE AGENZIE FISCALI“…..MA A QUESTO GOVERNO STA A CUORE  LA LOTTA ALL’EVASIONE FISCALE ? “

AcanforaDopo la sentenza della consulta ( Clicca_qui_per-il-testo ) che ha ritenuto incostituzionali le norme che hanno sin qui prorogato gli incarichi di funzioni dirigenziali, viene da chiedersi se questo Paese ha a cuore le sorti relative alla lotta all’evasione fiscale, all’elusione e alle frodi, rischiando di procurare una paralisi all’attività di contrasto dell’evasione.

A tal proposito occorrerebbe conoscere le intenzioni del Ministero dell’Economia e Finanze che, come si sa, ha la responsabilità della vigilanza sulle attività, sulla gestione ed il funzionamento delle Agenzie Fiscali.

E’ nostra convinzione che lo stato di gravissima paralisi che la Sentenza della Corte rischia di provocare, sia da imputare, soprattutto, alle responsabilità della politica, ed è ad essa che spetta trovare una soluzione idonea, tempestiva e convincente.

Purtroppo già in passato, le Agenzie Fiscali sono state oggetto di interventi legislativi contrastanti, che ne hanno sempre compromesso la vivacità, l’autonomia e la capacità di iniziativa in materia di contrasto all’evasione fiscale sino alla incomprensibile idea… di realizzare, attraverso l’incorporazione, di due Agenzie Fiscali che ha finito per arrestare una macchina già bloccata dai tanti provvedimenti precedenti, fino alla ostinata indifferenza rispetto alla valorizzazione del ruolo delle risorse umane, sempre più ai margini e demotivati. Come non ricordare il blocco dei Contratti dal 2009, del blocco dei processi di crescita professionale, oramai da troppi anni fermi, o il persistere della dipendenza di gran parte del salario accessorio del personale da una Decreto del Ministro dell’Economia e Finanze. Noi aggiungiamo: pagato sempre con due anni di ritardo.

Di sicuro i vertici delle Agenzie Fiscali in questi anni hanno contribuito, nella fattispecie, al proliferare di affidamenti di incarichi dirigenziali senza mai riuscire a portare a conclusione procedure serie per l’accesso alla dirigenza, per questo motivo gli stessi non possono essere assolti dalle loro responsabilità.

E’ del tutto evidente che, dopo la Sentenza della Corte Costituzionale, non sia più rinviabile restituire alle Agenzie Fiscali, attraverso un concorso straordinario e rapido, una classe dirigente preparata e capace dei risultati e degli obiettivi di rientro da una evasione fiscale, oramai da troppo tempo, inaccettabile per il Paese Italia.

In conclusione, siamo convinti che la questione più immediata che la politica dovrà risolvere, sia la continuità nell’azione della macchina fiscale per evitare la paralisi di strutture deputate alla lotta all’evasione fiscale e, soprattutto, di quelle sedi operative, dirette da funzionari con incarico dirigenziale.

Siamo proprio curiosi di conoscere le azioni che il Ministro dell’Economia e Finanza intenderà intraprendere per evitare la suddetta paralisi alla lotta all’evasione fiscale.

 Il Coordinatore Nazionale Agenzie Fiscali

Enrico ACANFORA

 

Lascia un commento