COORDINAMENTO NAZIONALE MINISTERO DELLA SALUTE – Potenziare le Leggi a favore della Famiglia: subito.

0 Comment
COORDINAMENTO NAZIONALE MINISTERO DELLA SALUTE – Potenziare le Leggi a favore della Famiglia: subito.

famiglia-maniIn attesa di chissà quale grande Riforma sulla Famiglia e soprattutto “quando” dato che sono decenni che se ne parla, perché nel mentre non si rafforzano le Leggi esistenti?

Andiamo sul pratico: la legge dice che dopo gli otto anni di vita il lavoratore o la lavoratrice non ha più diritto a nessun giorno per “malattia figlio”, cioè il figlio dopo gli otto anni non si ammala più o si reputa sia assolutamente autosufficiente.

Altro parametro discutibile è quello che tra i tre e gli otto anni si hanno diritto solo a cinque giorni (a figlio).

Chiunque sia un genitore sa benissimo che questi parametri non sono assolutamente congruenti alla realtà.

Non esistono più i “nonni” che guardano i figli nonché le dinamiche del lavoro stesso è mutato con Missioni, spostamenti, crisi economica, precariato, etc… .

Spesso una Famiglia non solo si trova con il problema dei propri figli, ma con… lo spostamento dell’età, aggiunge quello dell’assistenza ai genitori che non sono più una “risorsa”.

Faccio un esempio personale: mio figlio si rompe ulna e radio e il Pronto Soccorso stabilisce trenta giorni di gesso.

La scuola o materna mi chiede un certificato medico per riammetterlo nel quale si scarica la responsabilità e per “riversarla” sul medico. Il medico, di contro, sa benissimo che non può certificare un rientro scolastico dati gli oggettivi rischi parlando di bambini. Alla fine del circuito i Genitori dovrebbero fare un autocertificazione per scaricare la responsabilità della Scuola quindi di fatto il bambino deve rimanere a casa o correre un grave rischio. Meglio che rimanga a casa anche perché, oltre a rischiare un aggravamento della frattura-rottura (da composta a scomposta per esempio), avendo una mobilità limitata, rischia altre contusioni.

Quindi hai un figlio che deve rimanere a casa per circa trenta giorni senza che nessuno ti possa aiutare.

Quando hai più di un figlio?

Sulle influenze o altre malattie spesso hai l’effetto “Ping Pong”, sulle contusioni che richiedono gesso o punti di sutura tanti giorni di prognosi.

Il tutto a tutela pressochè zero.

Si parla tanto della Famiglia e prima di pensare a chissà che cosa perché molto semplicemente e rapidamente non si rafforzano le misure esistenti?

Sono possibili solo cinque giorni?

E’ possibile che un bambino a otto anni sia autosufficiente?

Certo puoi prendere le ferie.

Finite quelle?

L’estate, il Natale e la Pasqua quando i bambini rimangono per tanti giorni a casa?

Le ferie con i figli sono l’unico momento nelle quali la Famiglia può godere di un periodo di unione ed è giusto che vengano usate per la malattia dei propri figli?

Meno chiacchiere e più fatti; anche semplici.

Non parliamo della Famiglia ma facciamo per la Famiglia in una condizione che ci trova, tra le tante cose, a natalità zero.

Il Coordinatore Nazionale

Maurizio Guarino

 

Lascia un commento