Coordinamento Giustizia – Legge di stabilità ed efficienza della Giustizia. Lettera al Ministro Orlando

6 Nov 2015
Ministero Giustizia
0 Comment
SALUTEVIGIL

Onorevole Ministro,

            siamo a chiederLe un intervento incisivo che, nell’ambito della Legge di Stabilità, possa contribuire a rinforzare l’azione della Giustizia in ogni suo ambito, al fine di garantirne l’effettivo esercizio, con la dovuta efficacia e la necessaria efficienza.

Saremo estremamente rapidi, Le chiediamo:

  • Per il personale degli Uffici Giudiziari, un intervento legislativo mirato a ridefinire i profili professionali, con annessi i relativi inquadramenti giuridici e i corrispettivi trattamenti economici: il tutto, ovviamente, nella direzione di modernizzare l’intero apparato e di adeguarlo alle mutate esigenze.
  • Si tratta, in altri termini, di definire il nuovo ordinamento professionale di questo personale.
  • Per quanto riguarda il personale penitenziario, si chiede, in linea con quanto è emerso nei lavori del Tavolo n. 15 degli Stati Generali dell’Amministrazione Penitenziaria, la previsione dei ruoli tecnici del Corpo di polizia penitenziaria, nei quali far confluire il personale dei profili professionali dell’area trattamentale in servizio negli istituti per adulti e in quelli minorili, al fine di sanare un’annosa, incongrua e assolutamente disfunzionale divisione tra operatori cc.dd. civili e quelli in divisa.
  • In riferimento all’ipotesi di chiusura di una ventina di istituti penitenziari, ci chiediamo a quale logica corrisponda una scelta simile, atteso che così facendo si penalizzerebbe il concetto di territorializzazione della pena: crediamo invece che sarebbero più idonei interventi sulle strutture esistenti, al fine di adeguarle al nuovo modello di gestione della sorveglianza dinamica, considerato che è ormai pacifico come non sia sufficiente lasciare aperti i detenuti per otto o più ore al giorno, se queste ore non vengono riempite di contenuti in termini di lavoro, studio, formazione professionale, attività sportive, culturali, ricreative.
  • Nello specifico della Giustizia Minorile, alla luce dell’epocale riforma del settore, si rende assolutamente necessario prevedere una presenza importante del Corpo di polizia penitenziaria nell’ambito della esecuzione penale esterna e della messa alla prova, alla luce della specificità e unicità delle competenze professionali possedute da questo personale.

La ringraziamo per l’attenzione, e restiamo in attesa di conoscere le Sue  determinazioni su quanto rappresentato.

Il Segretario Generale

Paola Saraceni

347.0662930

Written by  @Cisal-Fpc

Lascia un commento