CISALSCUOLA – Notiziario n. 422

11 Gen 2016
Scuola
0 Comment
scuola2

MOBILITA’ 2016/17, DOMANDE NEL MESE DI MARZO

Avrà luogo lunedì l’incontro tra MIUR e OO.SS. per la stesura definitiva del CCNI sulla mobilità 2016/17.

Per i docenti suddivisione in 4 fasi:

PRIMA FASE: comunale, su sede. Interesserà in particolare i rientranti da fuori ruolo, coloro che hanno le precedenze dell’art. 7 del CCNI, i soprannumerari, i rientranti nell’ottennio come soprannumerari.

E’ prevista la titolarità dei docenti DOS nella scuola di attuale utilizzo, la domanda di trasferimento a domanda riguarderà il personale DOS che vuole cambiare sede o che risulti soprannumerario.

Anche i docenti assunti entro il 2014 potranno partecipare a questa fase, con trasferimento su scuola e non su ambito.

SECONDA FASE: provinciale intercomunale, su sede. Confermate le precedenze, possono parteciparvi anche i docenti DOS, i docenti assunti entro il 2014, i docenti assunti nelle fasi 0-A.

La terza e quarta fase riguarderanno gli ambiti territoriali (non ancora definiti).

TERZA FASE: interprovinciale, su ambito territoriale e su tutto l’organico dell’autonomia, è la cosiddetta mobilità straordinaria per i docenti immessi in ruolo entro il 2014/15. All’ordine della discussione di lunedì la destinazione su scuola e non su ambito.

La terza fase comprende anche la mobilità professionale, che sarà possibile soltanto su ambito territoriale. La mobilità professionale sarà successiva rispetto a quella interprovinciale.

QUARTA FASE: su tutti gli ambiti territoriali, interesserà i neo-immessi in ruolo nelle fasi B e C. Chi non presenterà domanda sarà trasferito d’ufficio, con punteggio 0, secondo la tabella di vicinanza che sarà stabilità dall’ OM. E’ previsto che negli ambiti all’interno della regione i docenti immessi dalle GM del concorso 2012 avranno precedenza sui docenti provenienti dalle GaE.

I docenti neo-immessi in ruolo nelle fasi 0 e A che volessero chiedere il trasferimento interprovinciale, partecipano alla quarta fase, con destinazione ambito territoriale e non scuola.

Le domande con ogni probabilità a marzo.

Per una puntuale compilazione dell’allegato D e dell’allegato titoli culturali, invitiamo i docenti che partecipano alla mobilità per la prima volta, e volessero usufruire della consulenza presso nostri uffici, a trasmetterci quanto prima i titoli di servizio e culturali.

FORMAZIONE OBBLIGATORIA DAL 2016/17

La formazione dei docenti assumerà un carattere obbligatorio, permanente e strutturale a partire dall’a.s. 2016/17. Oltre ai corsi in presenza è previsto lo studio a casa con documentazione del lavoro svolto, confronto in rete e, infine, rendicontazione degli apprendimenti. Tra le metodologie operative i laboratori, i social networking, i workshop che entrano a far parte degli strumenti operativi di ogni docente.

Il Miur ha pubblicato il decreto che contiene le indicazioni e gli orientamenti per il prossimo triennio. La formazione dovrà essere correlata con gli obiettivi del PTOF.

Le azioni formative saranno anche in forma differenziata da rivolgere a docenti neo-immessi in ruolo, gruppi di miglioramento, docenti impegnati nello sviluppo dei processi di digitalizzazione, consigli di classe, team docenti, figure impegnate nei temi della sicurezza, prevenzione, primo soccorso, insegnanti impegnati nell’innovazione curricolare ed organizzativa.

PENSIONAMENTI, DOMANDE DI CESSAZIONE ENTRO IL 22 GENNAIO

I docenti ed il personale ATA, interessati ai pensionamenti, dovranno presentare la domanda di cessazione dal servizio entro e non oltre il 22 gennaio tramite la funzione di istanze online.

CONCORSO DOCENTI, BANDO ENTRO FINE MESE

Concorso scuola docenti in attesa della riforma delle nuove classi di concorso, che potrebbe giungere la prossima settimana.

Previsti tre bandi: Infanzia-Primaria, Secondaria, Sostegno, pubblicazione prevista entro fine gennaio, con i decreti sulle prove.

Sarebbe confermata la prova di inglese per la Primaria. Probabile abolizione della prova preselettiva per la Primaria, Infanzia con preselettiva.

Le domande di partecipazione dovranno essere inoltrate tramite la funzione di istanze online del Miur.

Rimane da sciogliere il nodo relativo ai docenti dell’Infanzia: molti docenti della scuola dell’Infanzia hanno partecipato al concorso 2012 e sono ancora da assumere. Il nuovo concorso cancellerebbe le GM del concorso 2012, con grave danno per gli aventi diritto. Il Miur dovrà necessariamente trovare una soluzione al problema.

Previsto un corso di preparazione di inglese finalizzato alla preparazione del concorso  presso il nostro ufficio di Fano il sabato pomeriggio, gli interessati possono contattarci presso nostri recapiti.

CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI 2016, LE ULTIME NOVITA’

Non ancora emanata la bozza del bando del concorso a dirigente scolastico, previsto per il 2016.

Tra le indiscrezioni: i titoli valutabili, non ancora definiti, non potranno superare i 20 punti; le prove consisteranno in un test d’ingresso, una prova scritta, una prova orale; il corso di formazione sarà gestito dal Ministero dell’Istruzione e non più dal SNA.

Non ancora definiti i titoli per l’accesso, in particolare il Ministero dovrà sciogliere il nodo dei cinque anni di servizio maturati: con il bando scopriremo se saranno o meno inclusi gli anni di servizio pre-ruolo.

DIPLOMATI MAGISTRALI: CONSIGLIO DI STATO SI RIMETTE ALL’ADUNANZA PLENARIA

La VI sezione del Consiglio di Stato, con ordinanza del 28 dicembre 2015, ha rimesso all’Adunanza Plenaria la questione della legittimità o meno delle disposizioni ministeriali attraverso cui, in sede di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, non è stato consentito l’inserimento dei docenti in possesso di diploma magistrale.

Occorre ricordare che l’Adunanza Plenaria, secondo il codice di procedura, può essere interpellata quando si tratta di decidere in modo univoco ricorsi che possono dare luogo a contrasti giurisprudenziali, come nel caso di divergenze interpretative; ma in materia di inserimento nelle GaE dei diplomati ante 2001, di contrasti giurisprudenziali in seno al Consiglio di Stato non se ne era vista neppure l’ombra.

La VI sezione del Consiglio di Stato, nel corso del 2015, ha reso 7 sentenze, ormai definitive, 15 ordinanze cautelari e 4 ordinanze di ottemperanza. Provvedimenti con i quali migliaia di insegnanti in possesso del diploma magistrale ante 2001 sono stati inseriti in GaE, senza dubbi interpretativi.

Con l’ordinanza del 28 dicembre 2015 e la remissione all’Adunanza Plenaria muta tutto lo scenario.

CONCORSO BENI CULTURALI, DOMANDE ENTRO IL 22 FEBBRAIO

Il Ministero dei Beni Culturali ha avviato un concorso per 60 posti di esperto dei Beni Culturali da assumere nella posizione F1 con contratto a tempo determinato della durata di 9 mesi.

Termine di scadenza per la domanda: 22 febbraio. La procedura di invio online sarà disponibile dalle ore 12 del 21 gennaio.

I vincitori assumeranno servizio nel settore della tutela e vigilanza del patrimonio artistico e storico nazionale in una delle sedi di concorso suddivise per regione quali i poli museali, le biblioteche nazionali, i musei, gli archivi di stato e sovrintendenza archeologica. Bando disponibile sul sito del Ministero dei Beni Culturali.

TEL./FAX: 0721.808186; CELL. 347.9010882

cisalscuolapesaro@alice.it ; www.cisal-fpc.it ; www.cisal.org

Written by  @Cisal-Fpc

Lascia un commento