AREA QUADRI – VICEDIRIGENZA: RICORSO ALLA CORTE EUROPEA

12 Ott 2015
5 Area Quadri
0 Comment
FOTOPAS

La CISAL-FPC è sempre in trincea per difendere i diritti sacrosanti dei Funzionari dello Stato che,

-nonostante l’attentato ai principi dello Stato di Diritto avvenuto con l’abrogazione    della legge sulla Vicedirigenza;

-nonostante la mortificazione dello svilimento della professionalità acquisita;

-nonostante tutto, continuano a lavorare con alto senso del dovere per portare avanti la macchina dello Stato.

Oggi la CISAL-FPC continua a combattere, insieme ai Funzionari , la battaglia per il riconoscimento della figura giuridica di Quadro nella Pubblica Amministrazione; infatti abbiamo presentato un Ricorso alla Corte Europea per ottenere tale riconoscimento e la Corte Europea ha risposto SI!

La Corte Europea ha comunicato allo studio legale dell’Avv. Frattegiani, esperto in Diritto Comunitario Europeo,che il ricorso presentato è formalmente ammissibile, ora si andrà nella seconda fase:l’accertamento del merito.

In questi giorni su tale argomento è stata presentata una RISOLUZIONE IN COMMISSIONE alla Camera dei Deputati: la 7/00787.

Di seguito il testo:

Lunedì 28 settembre 2015, seduta n. 491

La Commissione XI,

premesso che:

l’Unione europea, con atti di indirizzo, nel 2001 ha censurato il comportamento dell’amministrazione italiana, in quanto l’unica in Europa a non aver previsto nell’ordinamento pubblico l’area dei quadri, così come ampiamente disciplinato nell’impiego privato.

Al riguardo, si ritiene necessaria l’introduzione nella pubblica amministrazione di una figura analoga a quella ben nota dei quadri nel lavoro privato, a cui siano riconosciute elevate responsabilità funzionali ed elevata preparazione professionale;

la mancanza di tale figura ha determinato la proliferazione dell’affidamento fiduciario di incarichi e funzioni dirigenziali, generando un duplice ordine di storture:

  1. a) la corresponsione di indennità di funzioni dirigenziali costituenti aggravio per le cassedell’erario;
  2. b) l’attribuzione fiduciaria di incarichi ad personam in favore di soggetti non titolati, come ha dimostrato la recente sentenza, n. 37 del 2015, con la quale la Corte costituzionale ha dichiarato illegittimi circa 1200 dirigenti delle agenzie fiscali;

a tale riprovevole prassi, è possibile porre rimedio proprio attraverso l’istituzione di un’area contrattuale del tutto omologa a quella dei cosiddetti quadri che, come è noto, costituiscono il cuscinetto tra la classe impiegatizia e quella dirigenziale nell’ambito del lavoro privato;

come predetto, l’assenza di tale figura era stata già censurata dal Parlamento europeo, a seguito dell’audizione, a Bruxelles, dei vertici della Dirstat, e ciò aveva condotto l’Italia ad adottate una norma, rimasta poi inattuata (articolo 17-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165), per l’introduzione dei vicedirigenti, figura rientrante nell’area-quadri. Sul punto, nel 2012, il Tar impose al Governo pro tempore di istituire la vicedirigenza, decisione ribadita anche dal Consiglio di Stato, che nominò persino un commissario, ad acta per ottemperare a questo obbligo.

Tuttavia, nel medesimo anno, il Governo Monti, con decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, ha abrogato la vicedirigenza determinandomi ad avviso del firmatario del presente atto un evidente conflitto istituzionale con i magistrati amministrativi. La questione attualmente pende anch’essa davanti alla

Corte costituzionale;

tanto premesso, prima della decisione dei giudici costituzionali, si ritiene opportuno che sia il Governo a reintrodurre la figura dei quadri all’interno dell’ordinamento pubblico, impegna il Governo ad adottare le iniziative di competenza per definire le opportune disposizioni integrative del decreto legislativo, 30 marzo 2001, n. 165, al fine di introdurre l’area quadri nell’ordinamento del pubblico impiego e la conseguente figura giuridica.

Attendiamo buone notizie dal Governo sull’Area Quadri ,intanto la CISAL FPC continua a percorrere la strada del Ricorso alla Corte Europea per il riconoscimento dell’Area Quadri nella P.A.,che alla luce dei fatti riteniamo essere quella giusta!!!

Vi terremo informati.

Per info potete telefonare ai seguenti numeri: 335/8391325 – 06/3211627

Roma, 9 ottobre 2015

Il Segretario Nazionale

                                                                                                   Raffaella MICUCCI

Written by  @Cisal-Fpc

Lascia un commento